Domani via alle Final Eight Primavera. Da Hagi a Kean, 8 talenti per 8 squadre

03.06.2017 20:40 di Redazione FS24 Twitter:    Vedi letture
Fonte: Emanuele Tramacere - calciomercato.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Domani via alle Final Eight Primavera. Da Hagi a Kean, 8 talenti per 8 squadre

Prenderanno il via domani le Final Eight del Campionato Primavera che assegneranno lo scudetto del più importante campionato giovanile italiano. Già stabiliti gli accoppiamenti dei quarti e il tabellone che porterà alla finale del Mapei Stadium che si disputerà domenica 11 giugno alle 18.

Roma, Atalanta, Juventus e Inter sono le formazioni favorite sulla carta, ma come già successo negli ultimi anni le sorprese sono sempre possibili con Fiorentina, Chievo, Sampdoria e Lazio pronte per ribaltare ogni propnostico. La Juventus affronterà subito la Sampdoria, mentre la Fiorentina sfiderà l'Atalanta. Dall'altra parte del tabellone l'Inter se la vedrà con il Chievo Verona, mentre c'è attesa per il derby Roma-Lazio.

Ma il campionato Primavera è da tempo la vetrina più importante per i talenti in rampa di lancio del nostro calcio. Calciomercato.com ha scelto gli 8 talenti, uno per ogni squadra, che sono attesi con maggior interesse alla conferma in queste finali.

KEAN (JUVENTUS) - Moise Kean è forse il giocatore più chiacchierato dell'intero campionato. E' stato il primo Millennial d'Italia ad esordire e segnare in Serie A. Sarà presente a Cardiff dove la Juventus disputerà la finale di Champions League e solo dopo si aggregherà alla formazione allenata da Fabio Grosso che dovrà fare a meno di lui per la prima sfida con la Sampdoria. Chi farà le sue veci? Leris, bomber franco-algerino classe '98 strappato dalla Juventus al Chievo con già 9 gol all'attivo in stagione.

BALDE (SAMPDORIA) - Arrivata alle Final Eight attraverso i playoff in cui ha sconfitto Empoli e Torino, la Sampdoria si affiderà ai gol di Ibourahima Baldé per provare a ribaltare il pronostico che vede la Juventus favorita. Il fratello minore dell'attaccante della Lazio, Keita Baldè, sta compiendo passi da gigante in Primavera e, nonostante un carattere fumantino (che è di famiglia) vede la porta come pochi altri. 10 gol e 6 assist sono il bottino stagionale in 26 partite e in tanti assicurano che il classe '99 può diventare più forte del fratello già affermato.

BASTONI (ATALANTA) - Un difensore centrale classe '99 che ormai è già in pianta stabile in prima squadra, ma che in tutto il panorama del campionato Primavera può considerarsi uno dei migliori per distacco. Mancino, centrosinistra in una linea a 3, Alessandro Bastoni è già ad un passo dal trasferimento dall'Atlanta all'Inter, con un'operazione "alla Caldara". Se l'Atalanta è arrivata alle Final Eight da prima classificata del "girone della morte" con Roma e Inter, gran parte del merito va anche alla difesa. Solo 22 gol subiti. 68, invece, quelli segnati da Capone, Latte e compagni.

HAGI (FIORENTINA) - Se Federico Chiesa è stato ormai promosso al 100% in prima squadra, è destinato a farlo nella prossima stagione Ioanis Hagi, figlio d'arte del grande attaccante rumeno Gheorghe. Trequartista dotato di grande tecnica, sa calciare con entrambi i piedi e ha già anche trovato l'esordio in prima squadra nell'ultima gara contro il Pescara. La personalità non gli manca e punizioni e calci piazzati sono tutti suoi. Non ci saranno Dragowski e Scalera, toccherà a lui portare i viola al successo.

VIGNATO (CHIEVO) - Anche il Chievo Verona ha il suo Millennial che ha già trovato l'esordio in Serie A. Si chiama Emanuel Vignato ed è un esterno d'attacco/trequartista italo brasiliano. L'esordio è stato particolare perchè l'ha visto entrare in campo contro la Roma in contemporanea che con il cambio che ha portato Francesco Totti alla sua ultima partita. Da brividi anche la battuta che l'ormai ex-capitano giallorosso gli ha riservato: "Sembra che hai 12 anni, non è che ti prendi 10 dei miei?".

PINAMONTI (INTER) - Se Kean è l'attaccante più chiacchierato della Juventus, Andrea Pinamonti è sicuramente il simbolo del lavoro svolto dal settore giovanile dell'Inter. Con Stefano Vecchi tornerà a rimpolpare le fila della Primavera dopo 5 mesi in cui, di fatto, è sempre stato aggregato alla prima squadra. Non ha il ritmo partita e questo potrebbe danneggiarlo, ma al suo fianco avrà le frecce Bakayoko e Rover pronte alla conferma prima di un'estate super anche in ottica mercato.

TUMMINELLO (ROMA) - Il gemello del gol di Pinamonti in Nazionale Under 19 è sicuramente Marco Tumminello, bomber classe '98 che sfiorò il Milan da bambino prima di approdare alla Roma. Proprio i giallorossi sono la bestia nera dei nerazzurri di Pinamonti, ma nonostante le vittorie in Coppa Italia e Supercoppa, la sorpresa Atalanta ha costretto gli uomini di Alberto De Rossi ad approdare alle finals soltanto dai playoff. Lui, con Soleri e Keba Coly formano un tridente da 57 gol stagionali.

MADIU BARI (LAZIO) - Metronomo del centrocampo a disposizione di Bonatti, Madiu Bari è a tutti gli effetti il fulcro del gioco della formazione biancoceleste. Prelevato la scorsa estate dalle giovanili del Porto, dopo un'inizio di stagione difficoltoso ha preso possesso della linea mediana dove può giocare sia da fulcro davanti alla difesa sia da mezzala d'inserimento. Dotato di un fisico importante date le origini guineane, non disdegna gli inserimenti in zona gol dove ha collezionato 3 reti in 22 partite.