Footure Lab analizza Leonardo Balerdi, la stella del Boca corteggiata dalla Juve VIDEO

05.12.2018 21:57 di Redazione FS24 Twitter:   articolo letto 212 volte
Footure Lab analizza Leonardo Balerdi, la stella del Boca corteggiata dalla Juve VIDEO

Footure Lab si occupa di rilevare, produrre e sviluppare i dati tecnico-tattici; in questo caso l’area scouting si è occupata di elaborare ogni evento accaduto nelle 4 partite giocate sino ad ora da Leonardo Balerdi

 

 Hùracan – Boca Juniors 0 - 0

 Boca Juniors – Rosario C. 3 - 0 

Gimnasia La Plata – Boca Juniors 2 – 1

 Boca Juniors – Tigre 4 – 1

 

Scorporiamo le sue prestazioni in tre macroaree (che spaziano dalla tecnica alla tattica individuale, con circa 300 variabili all’interno della produzione dati Footure Lab)

-PLAYMAKING, indica tutte le tipologie di trasmissione nella metodologia Footure Lab

- OFFENSIVA, indica le situazioni inerenti la fase offensiva

- DIFENSIVA, indica le situazioni in fase di non possesso

 

Tutti i dati prodotti vengono successivamente pesati secondo alcuni criteri: si va dalla tipologia dell’evento all’esito, sino alla zona di campo dove viene effettuato fino ad arrivare al coefficiente di difficoltà, tra gli altri.

Cresciuto nel Club Sportivo Pueyrredon, nel 2013 si trasferisce nel Boca Juniors, dove viene impiegato come centrocampista centrale.
Esordisce con la Prima Squadra “xeneize” il 27 agosto 2018 nella partita contro l’Huracan; ha inoltre 2 gettoni con la nazionale argentina Under 20.

 

DATI TECNICA APPLICATA

Elegante e dotato di una buona tecnica, come certificato dalla ricezione e dalla buona precisione nella trasmissione della palla:

- Nel 98% dei controlli palla (il 54%  dei controlli è orientato) l’esito è positivo, anche in situazioni in cui è sotto pressione

- Aldilà della tipologia di trasmissione palla, la percentuale precisione si aggira sull’86%

 

Nelle partite analizzate, le squadre affrontate dal Boca Juniors tendevano più a chiudere le linee di passaggio, difendendo con un baricentro medio molto basso; Balerdi ha effettuato prevalentemente passaggi corti (nel 43% dei casi) e orizzontali per il giro palla (28%): nell’elaborazione del dato sui passaggi vi è una buona qualità nella verticalizzazione (ricercata nel 14% dei tentativi), prevalentemente con dei passaggi chiave (passaggi rasoterra che servono a superare una o più linee di difesa avversaria), ma è sicuramente da rivedere in situazioni in cui la pressione avversaria è più accentuata. 

Ad oggi, in relazione alla sua buona tecnica, preferisce la giocata facile alla verticalizzazione o ad una giocata più “elaborata”.


In relazione alla fase difensiva e all’analisi della tattica individuale, presenta una buona fisicità accompagnata a delle qualità che lo rendono di per sé abbastanza affidabile, per la sua giovane età

Alle sue buone capacità di scelte “individuali” si alternano letture di reparto e di tattica collettiva ancora deficitarie, ma con la possibilità ampia di colmare queste lacune, dovuta alla carta d’identità.
Risulta un osso duro da saltare e nel duello con il diretto avversario: forte e aggressivo sull’uomo, con l’80% dei contrasti vinti e il 77% duelli aerei vinti, oltre ad ottimi numeri negli anticipi bassi.

A testimoniare le sue qualità individuali spiccano anche gli intercetti sui cross, tipici di un difensore con ottima capacità di posizionamento, concentrazione e orientamento spazio-temporale

Indubbiamente 4 partite sono poche per valutare il giocatore, ma Leonardo Balerdi risulta ad oggi un giocatore indubbiamente di grande prospettiva e in ascesa.

 

Gli sportsdata ci indicano un giocatore che ha diversi margini di miglioramento ma con:

 

• Una base difensiva importante, concentrato e aggressivo nei duelli, con delle ottime qualità di lettura individuale

• Buona tecnica di base

• Buone doti nella gestione della palla in fase di possesso, che però ancora non ha sfruttato appieno, che spesso opta per delle scelte facili, ma comprensibili per un ragazzo agli esordi con una maglia importante come quella del Boca Juniors.

 

Da monitorare per l’anno sportivo in corso, con la sensazione che i dati oggi prodotti possano variare in relazione alla sicurezza e alla maturità acquisite con un maggior numero di partite gioca.

 

VIDEO