Craque nascosti, Ezequiel Ponce talento incoronato da Trezeguet

25.03.2014 09:38 di Redazione FS24 Twitter:   articolo letto 4537 volte
Fonte: maidirecalcio.com
Craque nascosti, Ezequiel Ponce talento incoronato da Trezeguet

Il tempo scorre incessante, quasi intangibile, come a ricordarci sempre e comunque che siamo fatti per passare e non per durare. Questa la triste verità della vita e del calcio stesso, riflesso della medesima esistenza quotidiana; non si può non ragionare in questo modo quando ci si ritrova davanti prospetti sempre più giovani, che fanno da sfondo a quel meraviglioso ricambio generazionale che, purtroppo, dalle nostre parti fatica ad avvenire. Ezequiel Ponce è solo l’ultimo grande talento scoperto in Argentina, eppure per lui già si sprecano fiumi e fiumi di parole, noi diMaiDireCalcio, che da sempre amiamo i giovani di belle speranze, abbiamo deciso allora di vederci più chiaro.

EZEQUIEL PONCE Nato nel 1997 a Rosario, la terra del Football, la terra di Messi e dei paragoni scomodi, cresciuto calcisticamente nelle giovanili del suo paese approda in fretta al Newell’s Old Boys, squadra che già ha donato tantissimi campioni al calcio europeo, su tutti Batistuta,Balbo, Samuel e tanti altri. Nella prima squadra di Rosario compie passi da gigante, passando in pochissimo tempo dalle giovanili alla prima squadra, dove fa le prime apparizioni dall’anno passato, risultando da subito come uno dei prospetti più interessanti di tutto il continente sudamericano. Per entrare nella storia del calcio argentino urge però pazienza e tempo, in tal senso Ponce non si fa prendere dal panico e cerca di sfruttare al massimo tutte le occasioni che il suo allenatore, Alfredo Berti, gli propone. Alla fine però l’impresa riesce e recentemente, in data 16 marzo, va a segno per la prima volta in carriera nella massima serie argentina, in occasione della vittoria per 2-0 in casa contro il Racing Club di Avellaneda, divenendo così il più giovane marcatore della storia del campionato albiceleste, ad appena 16 anni di età. Il suo illustre compagno di squadra e di reparto Trezeguet, che tra l’altro firmerà il raddoppio proprio contro il Racing Club dopo aver sostituito lo stesso Ponce, ha dichiarato nel post-partita: “Sono molto felice per Ponce, ha un grande futuro davanti”.

PERCHE’ SI Ezequiel Ponce è una punta moderna, dotato di un fisico minuto ma robusto, essendo alto 1,75 m per 75 kg, che fa della corsa e del dinamismo il suo punto di forza principale. Il giovane di Rosario risulta poi depositario di un’ottima tecnica di base e dribbling, nonchè della capacità di riciclarsi in tutti, o quasi, i ruoli offensivi sebbene prediliga il centro destra. La sua predisposizione ad inserirsi e a non dare punti di riferimento lo rendono un prospetto appetibile per tutte quelle squadre che intendono avvalersi del cosiddetto “Falso Nueve”, in tal senso non bisogna trascurare poi la fantasia del giocatore, notevolmente spiccata come riferito dai tanti addetti ai lavori. In patria cantano tutti al “Next Messi”, noi ci limitiamo a registrare le ottime qualità e prospettive del giocatore, molto simile al giovaneTevez intravisto alle olimpiadi di Atene del 2004, in ogni caso non roba da poco.

CALCIOMERCATO SU PONCE Difficile se non impossibile definire una base di valutazione per un giocatore così giovane, il mercato delle giovani scommesse subisce fluttuazioni che nemmeno i titoli azionari o dei derivati riescono ad imitare, è comunque fuori questione una sua potenziale cessione a breve scadenza, il Newell’s Old Boys non sembra infatti intenzionato a privarsi velocemente della sua “stellina”. Lo stesso giocatore potrebbe prendere in considerazione poi di terminare la sua maturazione in terra natia, in modo da proporsi in futuro al “calcio che conta” non da meteora, bensì come astro nascente. Chissà, magari lo stesso Trezeguet potrebbe averlo ragguagliato sul da farsi, del resto bisogna imparare dagli anziani, e per un attaccante cosa c’è di meglio che poter apprendere da un “mostro sacro” come il francese, vincitore di un Europeo, di un Mondiale e capace di quasi 250 reti in carriera?