Viaggio nel mondo della Football Association: il metodo scouting della federazione inglese

07.11.2018 19:03 di Francesco Fedele  articolo letto 69 volte
© foto di Imago/Image Sport
Viaggio nel mondo della Football Association: il metodo scouting della federazione inglese

Attraverso il sito ufficiale della Football Association, apprendiamo il metodo di scotuing del noto talent scout Richard Allen.

1) Non cercare di monitorare ogni calciatore

Gli scout attivi nei programmi di scouting della Federazione inglese visionano uno, due oppure al massimo tre calciatori per ogni partita. Restringendo il campo a dei precisi obiettivi, possiamo avere delle risposte più chiare.

2) Ricerca i “wow” moments

Gli scouts, durante la loro osservazione, cercheranno un aspetto unico del gioco di un giovane, qualcosa definibile come “wow moment” e che sia, per l’appunto, eccezionale. Non si parla necessariamente di una giocata ad effetto, ma anche di un’ottima chiusura o di un passaggio di qualità. Quando gli scout in questione visionano partite internazionali, cerchiamo calciatori in grado di applicare quanto appena detto in un contesto come quello, per l’appunto, del calcio internazionale. Utilizziamo il modello inglese dei quattro angoli, dove valutiamo un calciatore sotto quattro aspetti: tecnico, tattico, fisico, psicologico.

3) Ricerca nel dettaglio

Se uno scout sta guardando un singolo giocatore, è molto probabile che abbia visto il ragazzo in questione in passato, e conoscerà quindi i punti di forza e le aree di miglioramento. Bisognerà vedere se quelle aree sono cambiate.

4) Comprendi il contesto

Quando uno scout visiona una partita, bisogna valutare il contesto nel proprio complesso. Sarà quindi importante tenere conto della qualità della squadra avversaria; il fatto che il calciatore da osservare venga schierato o meno nella propria posizione preferita; l’abilità del diretto avversario, e tante altre cose. Fatto ciò, lo scout potrà valutare il calciatore con riferimento alla prestazione offerta.

5) Il punto chiave: l’aspettativa

L'aspetto più importante del processo è considerare in che modo il livello di rendimento si collega a dove potrebbe arrivare il giocatore in futuro. In quanto tale, è possibile assegnare anche un voto "potenziale" che va di pari passo con il livello di rendimento. Continuando su questo discorso, non bisogna dimenticare che i calciatori osservati sono spesso molto giovani, e quindi è necessaria una componente di flessibilità di giudizio, per i tanti fattori che possono influenzare il rendimento. Quindi, lo scout deve camminare su due strade: quella dell’attualità e quella della prospettiva.

6) Le tempistiche della maturazione

Gli osservatori inglesi devono valutare quanto possa influire una maturazione precoce o tarda sulle prestazioni di un calciatore. Come parte del processo di valutazione del giocatore, allo scout verrà chiesto di riconoscere a che punto si trovi il calciatori nel suo processo di maturazione.