Valutazione della capacità di gioco del giovane calciatore

06.12.2017 09:59 di Redazione FS24 Twitter:   articolo letto 9675 volte
Fonte: Eugenio Toti - www.calciatori.com
Valutazione della capacità di gioco del giovane calciatore

La valutazione del giovane calciatore e la sua selezione devono basarsi sulla valutazione parallela ed integrante di tutte le capacità di gioco. La capacità tecnica o tattica così come quelle condizionali quali resistenza, forza, velocità, reattività, rapidità, mobilità articolare, flessibilità e tutte le altre capacità imprescindibili per giocare a calcio, non possono essere valutate una dopo l’altra con singole prove. Esse devono essere valutate sempre in funzione della realtà dinamica del gioco di gruppo con la presenza attiva dei compagni e degli avversari, realtà che può variare la situazione di giuoco da un momento all’altro.

Fattori che possono influenzare la prestazione di un giovane calciatore.


Ricerca dei giovani talenti

Questo tipo di ricerca necessita di persone adeguatamente preparate e specializzate, poiché si ha a che fare con giocatori non ancora maturi sotto il profilo psicofisico e che devono essere giudicati in base alle loro qualità presenti ma, soprattutto, per le potenzialità future. Importante quindi è il ruolo che riveste la figura dell’osservatore.


L’osservatore e sue caratteristiche

Quello dell’osservatore è sicuramente un ruolo importante e delicato, perché i dati che egli riporta, se interpretati ed utilizzati, possono essere d’aiuto sia all’allenatore, sia alla società nella programmazione della futura squadra. 


E’ fondamentale che un osservatore, o chi scelga di svolgere questa professione, cerchi di soddisfare alcuni parametri che si possono così riassumere:.

· 
Conoscenza del gioco del calcio
.
Mi riferisco alla conoscenza dei moduli di gioco, alle loro caratteristiche e peculiarità per ciò che concerne pregi e difetti, alla conoscenza della tecnica, della tattica, delle capacità condizionali e coordinative e alle conoscenze psicologiche.


· 
Intelligenza ed elaborazione mentale
.
Doti fondamentali per capire e leggere i rapporti di causa-effetto che accadono durante una gara.


· 
Intuizione.
Spesso chi osserva deve andare oltre a ciò che vede, intuendo potenzialità future dell’osservato a 360 gradi.


· 
Capacità di ricredersi.
L’osservatore non deve cadere nell’errore di voler per forza vedere le sue ipotesi di partenza o i dati di precedenti osservazioni confermati, ma rielaborare e saper rivedere le sue ipotesi.


· 
Esperienza.
Per esperienza ci si riferisce alle conoscenze ed alla qualità delle precedenti esperienze.


· 
Archiviazione e memorizzazione dei dati.
Permette di ricordare e riprendere in qualsiasi momento, i dati selezionati sulle osservazioni fatte nel tempo, mediante supporti fisici (personal computer).

Raccolta dei dati.

Da un’analisi da me fatta sulle tecniche d’osservazione più utilizzate nell’analizzare i giocatori durante lo svolgimento di una gara, negli ultimi anni, si può tranquillamente affermare che le tecniche in uso sono le seguenti: 


· Metodo dell’utilizzo della propria memoria.
Chi si fida della propria memoria assiste alla partita senza alcuno strumento utile a ricordare. Con questo metodo si privilegia la propria esperienza, con evidenti limiti di qualità ed attendibilità nella stesura della relazione.


· Metodo del supporto cartaceo.
Oggi, nonostante le tante rivoluzioni tecnologiche, costituisce probabilmente il mezzo più usato per la raccolta dei dati. Vantaggi sono relativi alla sua facilità d’uso, soprattutto quando si utilizza una griglia d’osservazione. L’inconveniente principale è dato dal fatto che, quando si scrive, si distoglie lo sguardo dal terreno di giuoco, salvo che si sceglie di farlo nei tempi morti.


· Metodo della registrazione audio.
Questa tecnica consente di mantenere l’attenzione sulle azioni di giuoco e coglierne momenti ed atteggiamenti particolari anche quando ci sono tempi morti, senza perdere la continuità della registrazione. Ovviamente la gente genera rumore e quindi la registrazione e la sua qualità saranno scadenti. Anche qui come con carta e penna si può decidere se annotare gli avvenimenti in modo continuato, oppure annotare solo i momenti più rilevanti.


· Metodo della videoregistrazione.
Mediante l’utilizzo della videocamera, si ha sicuramente la possibilità di poter fissare le azioni di gioco in modo permanente ed oggettivo. L’uso di questa tecnica, si dimostra utile quando l’azione procede ad una velocità da non renderne possibile fissarne tutti gli elementi con altre tecniche. Gli svantaggi sono legati alla potenzialità del mezzo poiché la ripresa non riesce mai a dare un’immagine totale del giuoco.


La griglia di valutazione da me proposta non ha la pretesa di essere esaustiva nelle sue voci, può essere comunque per ogni osservatore una valida guida.

Nome _______________________________ Cognome_______________________________
Categoria_______________________________
Squadra _______________________________
Abilità abc
Sa condurre la palla
Sa condurre la palla con entrambi i piedi
Sa correre, arrestarsi, ripartire con la palla
Sa cambiare ritmo di corsa con la palla
Sa cambiare direzione con la palla
Sa eseguire movimenti intenzionali e di inganno con la palla
Sa proteggere la palla
Sa valutare la posizione del difensore
Sa valutare la direzione di corsa del difensore
Sa valutare la velocità del difensore
Sa valutare le caratteristiche tecniche del difensore
Sa valutare la distanza opportuna per il superamento dell’avversario
Sa scegliere il tempo opportuno per il superamento dell’avversario
Sa superare l’avversario
Sa colpire di testa
Sa tirare


A = Riesce in modo corretto


B = Riesce in modo incompleto


C = Non riesce

Griglia di osservazione per attaccante

Nome _______________________________ Cognome_______________________________
Categoria_______________________________
Squadra _______________________________
Abilità abc
Sa andare incontro alla palla
Sa eseguire movimenti intenzionali d’inganno prima della ricezione
Sa proteggere la palla
Sa resistere alla carica del difensore
Sa controllare la palla in movimento
Sa valutare traiettoria e velocità della palla
Sa valutare la posizione del difensore
Sa cambiare direzione in fase di ricezione
Sa condurre la palla
Sa cambiare direzione in fase di conduzione
Sa variare il ritmo di corsa con la pala
Sa eseguire varie finte
Sa dribblare
Sa superare l’avversario (1>1)
Sa superare l’avversario in velocità
Sa passare la palla
Sa scegliere il tempo del passaggio
Sa fingere il passaggio
Sa smarcarsi
Sa valutare le intenzioni dei compagni
Sa interpretare e sfruttare il comportamento dell’avversario
Sa crossare
Sa concludere a rete


Griglia di osservazione Difensore

Nome _______________________________ Cognome_______________________________
Categoria_______________________________
Squadra _______________________________
Abilità abc
Sa anticipare l’attaccante
Sa mantenere l’attaccante girato
Sa contrastare
Sa mantenere la giusta distanza(prendere posizione)
Sa mandare l’attaccante verso l’esterno
Sa coprire lo specchio della porta
Sa intercettare il passaggio
Sa valutare le capacità tecniche dell’attaccante
Sa valutare le capacità fisico-atletiche dell’attaccante
Sa collaborare e valutare la posizione dell’altro difensore
Sa difendersi sull’1-2 dell’attaccante
Sa contrastare l’attaccante scegliendo il giusto momento
Sa temporeggiare
Sa attaccare la palla nel momento giusto
Sa caricare regolarmente l’attaccante


A = Riesce in modo corretto


B = Riesce in modo incompleto


C = Non riesce

N.B. Queste schede da me proposte sono ampliabili per il centrocampo e anche per ruoli specifici. Nel comporre le schede, bisogna affidarsi a dei parametri, idonei alla valutazione dei soggetti in esame.


Queste griglie d’osservazione si possono elaborare anche per le squadre da incontrare. L’allenatore potrà avere quindi, della documentazione utile e di supporto alla preparazione della gara settimanale.