Sabermetrica e scouting algebrico possibile applicazioni nel calcio

 di Redazione FS24 Twitter:   articolo letto 2377 volte
Fonte: Raffaele Frolli , Match Analyst - www.calcioscout.com
 Sabermetrica e scouting algebrico possibile applicazioni nel calcio

Nel articolo precedente avevo parlato di un diverso modo di fare scouting e l'ingaggio giocatori  attraverso l'uso di parametri statistici  facendo l'esempio di Billy Beane che aveva applicato queste teorie nel baseball con ottimi risultati.

La logica  applicata è quella dellla sabermetrica cioè l'analisi del baseball attraverso le statistiche e fu ideata da Bill James che è stato tra i primi  proponenti e come ho già scritto ha fatto le fortune di Billy Beane prima e dei Red Sox di Boston poi. 

Ma il calcio non è il baseball questo si sa è tutto un altro sport, perchè il calcio è lo sport più imprevedibile del mondo e i parametri statistici rispetto al baseball sono ridotti a poche voci da valutare rispetto al baseball dove per esempio esistono una trentina di parametri solo per i battitori ma questo non vuol dire che npossiamo  usare alcuni concetti e applicazioni anche nel mondeo del calcio.

Immaginiamo un manager o direttore sportivo di una squadra di calcio che deve allestire una squadra avendo un budget ridotto rispetto alla concorrenza e vuole  acquistare tre o quattro elementi funzionali a ruoli che servono e che abbiano  un prezzo accessibile .
I parametri o le voci che si vanno a valutare sono pochi rispetto al baseball,e in base al ruolo che stiamo cercando analizzeremo le loro prestazioni in termini statistici.
I parametri che vengono analizzati sono i seguenti:
-Passaggi sbagliati,
-palle recuperate e palle perse,
-km percorsi e numero di sprint 
-falli fatti e subiti
.cross riusciti
-contrasti vinti e persi  
-cross sbagliati 
-cartellini gialli e rossi 
-tiri fuori e tiri nello specchio 
-assist decisivi 
-gol decisivi. 

In base al ruolo che cerca si analizzano dei diversi parametri statistici,se cerchiamo un centrocampista si andrà a valutare la percentuale di palloni recuperati,palle perse o km percorsi,un terzino la percentuale di cross effettuati quelli riusciti e sbagliati, o un attaccante la percentuale di tiri in porta, i gol decisivi e i gol realizzati negli ultimi due campionati.

Es. se un attaccante ha segnato  negli ultimi due campionati prima 14 gol  e l'anno dopo 17 gol farà pensare che il suo potenziale di gol è in aumento.
 Esistono delle aziende che raccolgono dati statistici e da tutti i campionati più importanti e  i club di calcio possono fare accordi con loro per la fornitura dei dati statistici; il compito di decifrare tutti quei numeri sarà degli analisti o addetti alle statistiche che oltre ad avere competenze calcistiche hanno anche competenze di informatica e il compito di raccogliere e organizzare ogni tipo di dato e informazione, su cui poi i manager e gli allenatori prendono le loro decisioni.

 il numero di palloni recuperati oltre per le sue qualità per esempio servi al Barcellona per l'ingaggio di Deco nel 2004; Wenger  invece voleva un giocatore che potesse coprire molto campo e visionò i dati provenienti da diversi campionati europei e vide un adolescente sconosciuto al Olympique Marsiglia di nome Mathieu Flamini, che correva 14 km a partita, Wenger andò a vederlo dal vivo  e fu ingaggiato.

Nel 2004 il Bolton ingaggiò il trentaquattrene centrocampista Gary Speed, sulla carta era troppo vecchio ma il Bolton confrontò i suoi dati fisici con i giovani che erano al top nel suo ruolo e cioè  Steve Gerard e Frank Lampard ed il suo rendimento fisico era superiore; egli non ebbe nessun declini nelle stagioni successive giocando nel Bolton fino all'età di 38 anni.
La valutazione del  prezzo di un calciatore  viene stabilita attraverso dei criteri oggettivi e di conseguenza sarà poi il suo rendimento a determinare se  l'acquisto è stato caro o economico.

Esempi di criteri che determinano il prezzo sono: età, potenziale ,conoscenza e adattamento del campionato in cui deve giocare(chiaro che costerà di più un giocatore che già conosce il campionato ,gli avversari e i campi),risultati collettivi (chi ha ottenuto vittorie con il suo club costerà di più), livello internazionale(costeranno di più i calciatori che sono leader nei loro paesi e che giocano nella nazionale del loro paese rispetto a chi non lo è) .
Anche nei dilettanti è possibile fare questo tipo di scouting anche se è più difficile rispetto alle categorie superiori perchè  qui non ci sono aziende che forniscono dati statistici e il lavoro e affidato completamente al match analyst che avendo competenze calcistiche e di informatica attraverso l'uso di software di videoanalisi è in grado non solo di studiare gli avversari attraverso team report ma fare anche uno scouting sui singoli giocatori player analysis(analisi del giocatore) fornendo dati statistici dei  potenziali giocatori da ingaggiare al direttore sportivo o l'allenatore che poi prenderanno le decisioni.