La video analisi di una partita di calcio: eventi e costanti tattiche

 di Redazione FS24 Twitter:   articolo letto 126 volte
Fonte: Claudio Damiani - mistermanager.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
La video analisi di una partita di calcio: eventi e costanti tattiche

E’ doveroso affermare che soprattutto all’inizio di una stagione con un nuovo staff tecnico, il video analista deve discutere con lo stesso riguardo la classificazione degli eventi rilevabili, al fine di poter meglio stabilire gli obiettivi tecnici e tattici da studiare.

La suddivisione principale è tra gioco dinamico e gioco statico (palle inattive). Il gioco dinamico  comprende altresì  le situazioni di transizione:

offensiva (recupero palla)

(ripartenza immediata);
(mantenimento del possesso);

difensiva (perdita del possesso e

(riaggressione);
(posizionamento a difesa della porta).

Anche la durata del filmato (prodotto finale) va discusso con lo staff e soprattutto la quantità di gare da prendere in considerazione.

Si predilige analizzare almeno le seguenti partite della squadra avversaria:

l’ultima prima di affrontarla;
la penultima (solitamente utile per determinare l’eventuale differente atteggiamento derivante dal fattore campo);
l’ultima giocata contro una squadra che adotta lo stesso sistema di gioco della nostra.

Un discorso più approfondito va tenuto per ciò che concerne lo studio delle palle inattive a favore con particolare riguardo agli specialisti delle punizioni dirette, dei calci di rigore e a eventuali schemi (costanti) eseguiti su calci di punizione laterali, diagonali o frontali lunghe, andando a ricercare tali eventi anche per più partite a ritroso.

E’ inoltre importantissimo valutare come attaccano nei calci d’angolo a favore contro squadre che marcano come la nostra (uomo/zona/zona mista) e, per lo stesso motivo contro squadre che marcano “a uomo” o “a zona” in occasione di punizioni laterali.

Di conseguenza, occorre rilevare come marcano in tutte le situazioni di palla inattiva contro (corner, punizioni diagonali, laterali, frontali lunghe e come si comportano in occasione di punizioni dirette e indirette verso la porta, a sfavore).

E’ mia consuetudine suddividere in due filmati ben distinti che dovranno rappresentare le costanti delle fasi di gioco (tra quelle presenti nella “griglia” degli eventi):

video relativo alle fasi di gioco dinamico;
video relativo alle situazioni di gioco statico.

A questi solitamente vengono integrati, a completamento della video analisi:

un filmato comprendente clip individuali dei giocatori della squadra avversaria (40/45” per singolo);
la raccolta di tutte le reti fatte e subite dalla squadra avversaria al fine di comprendere se vi siano costanti da rilevare;
un video tattico per i nostri portieri (palle inattive a favore (con specialisti punizioni dirette e calci di rigore) + tutte le reti fatte dalla squadra avversaria.