Analisi notazionale manuale

06.12.2018 19:04 di Redazione FS24 Twitter:    Vedi letture
Fonte: Dal libro “Studiare gli avversari… e se stessi – Migliorare la prestazione con la Match Analysis” di Claudio Damiani
Analisi notazionale manuale

 

Mentre la relazione scritta può da sola essere già considerata un ottimo supporto di lavoro anche se non necessariamente integrata da un filmato, è preferibile che la video analisi sia sempre essere accompagnata da un analisi scritta che darà filo logico a ciò che i giocatori osserveranno a video, ma soprattutto per dare una linea guida all’allenatore.

La relazione: un modello di presentazione.

Scrivere di una partita di calcio a scopo analitico è una questione delicata che va svolta in base a un determinato iter. Come già accennato, per fare questo ci si deve avvalere di una metodologia di lavoro ben precisa e un linguaggio comune e comprensibile a tutti i componenti dello staff e ai giocatori.

Prendiamo in considerazione una “scaletta” tipo da prendere come spunto per comporre una corretta presentazione della squadra “studiata”: una decina fogli compilati tramite personal computer, sulla base di una traccia fluida e scorrevole, saranno sicuramente sufficienti a fornire una relazione completa ma allo stesso tempo ben scandita.

 

Vi può essere un ulteriore esigenza o richiesta di rilevamento di importanti punti chiave della gara che vengono estrapolati dopo l’intera sua accurata visione (a video), utilizzando nella maggior parte dei casi dei fogli di calcolo.

 

Un altro, e più tecnologico sistema di rilevazione, è dato dall’utilizzo di software preposti a rilevare gli eventi da un filmato con la semplice pressione di tasti codificati e la simultanea creazione di statistiche. 

Non ci soffermeremo, in questa pagina, troppo su questa fase di analisi integrativa anche perchè, dipende molto dalle necessità esistenti o meno da parte dell’allenatore o del suo staff. Ci limitiamo a considerare una traccia prettamente esemplificativa che potrebbe essere caratterizzata da dati, individuali e/o di squadra, quali:

Passaggi riusciti (sui 10, 20 metri, e distanze più lunghe);
Cross (ben eseguiti/mal eseguiti);
Tiri (nello specchio/fuori);
Duelli aerei (vinti/persi);
Contrasti (vinti/persi);
Falli (commessi/subiti).

 

Articolo completo