Sforza mette in fila le big italiane

14.03.2019 05:33 di Redazione FS24 Twitter:   articolo letto 38 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Sforza mette in fila le big italiane

Ai microfoni di MilanNews.it Camillo Autieri, intermediario di mercato, rivela tutti i club italiani interessati a Juan Sebastian Sforza, talento argentino classe 2002 del Newell's OId Boys: "L'incontro con il Milan c'è già stato un paio di settimane fa, direttamente con Leonardo a Casa Milan, che ha sottoposto il nominativo anche a Moncada. A prescindere dalle qualità del ragazzo, il 23 di questo mese inizia il Sudamericano Sub-17, una vetrina importante e l'occasione anche per farlo visionare direttamente sul posto. Il Milan è avanti rispetto agli altri club, perché è il primo che ha mostrato interesse nei confronti del ragazzo. Sarebbe un'operazione che rientrerebbe pienamente nella nuova politica, perché andrebbe a prendere un prospetto interessante, che l'anno prossimo potrebbe inizialmente inserire nella Primavera, ma che potrà presto scalare gerarchie, creando un buon capitale per il futuro". "Abbiamo già fissato appuntamenti con Roma, Inter, Juventus e Napoli, perché il profilo è veramente interessante. Il Newell's Old Boys, secondo noi, di fronte alla prima concreta proposta di un grande club non si opporrebbe alla cessione del ragazzo, preferendo, tra l'altro, che si trasferisse nel campionato italiano. Detto questo, però, su Juan non ci sono solamente top club della Serie A, ma abbiamo contatti aperti anche con squadre straniere, Bayern Monaco, Paris Saint-Germain, Manchester City e West Ham. Ha interdizione, ma ha anche l'ultimo passaggio. Ha qualità di impostazione con entrambi i piedi. Ha tempi di inserimento che mi ricorda un po' Ambrosini, quindi spesso segna di testa. Calcia bene con entrambi i piedi e ha personalità. Non è un caso, a questo proposito, che abbia giocato e vinto da capitano dell'Argentina il Sudamericano Sub-15 nel 2017. Un aspetto da non sottovalutare, poi, è che ha una famiglia fantastica, estremamente genuina. E' un ragazzo con i piedi per terra. Per struttura fisica e qualità tecnico tattiche è un predestinato. Sono sicuro che prima o poi giocherà il mondiale con l'Argentina, perché ovviamente ha scelto l'Abiceleste".