Primavera 1 - Napoli corsaro a Torino: battuta la Juventus

25.02.2018 13:21 di Francesco Fedele  articolo letto 60 volte
Fonte: www.footballscouting.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Primavera 1 - Napoli corsaro a Torino: battuta la Juventus

Non è un derby, ma l’importanza delle partite tra Juventus e Napoli staziona sullo stesso livello di una stracittadina, indipendentemente dalla categoria. La 21° giornata del Campionato Primavera 1 mette le due compagini l’una contro l’altra, e quello che viene fuori è un match dove le emozioni non mancano.

PRIMO TEMPO – Il copione della partita é noto sin dai primissimi minuti di gioco: la Juventus cerca di prendere il pallino del gioco in mano, il Napoli adotta invece una strategia attendista. I bianconeri cercano di far leva sulla qualità del tridente oramai titolare a tutti gli effetti, composto da Del Sole, Olivieri e Jakupovic. Il Napoli paga le diverse defezioni difensive, ma la velocità di Zerbin, la qualità di Gaetano e il magic moment di Palmieri possono far male alla Vecchia Signora. L’episodio che cambia il match arriva però dall’elemento che non ti aspetti: al 21’ calcio d’angolo per il Napoli, che si dimostra squadra maniacale nella cura delle situazioni offensive da palla inattiva, sul secondo palo arriva Senese che con un perentorio terzo tempo batte Loria. Juventus inaspettatamente in svantaggio, ma i ragazzi del tecnico Beoni sono davvero ben messi in campo e, al termine della prima frazione di gioco, conducono meritatamente la partita. Azzurri che potrebbero far male in contropiede in due occasioni, ma il tutto si risolve con un nulla di fatto.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa la Juventus cerca sin da subito di aumentare la pressione, alzando il baricentro e cercando di far male al Napoli. Al 52’, però, i partenopei colpiscono ancora: contropiede magistrale, la palla arriva a Palmieri che serve Zerbin, il quale a sua volta non può sbagliare a porta sguarnita. Massimo cinismo quello mostrato dal Napoli, abile a sfruttare occasioni così concrete. La Juventus appare confusa, la manovra della squadra di Dal Canto non è fluida, mentre il Napoli continua ad essere pericoloso in contropiede, grazie anche all’importante lavoro degli esterni, che macinano chilometri sule fasce. Del Sole cerca di dare la sveglia ai suoi con un paio di strappi di qualità, ma le sue iniziative non riescono a portare problemi alla porta difesa da Schaeper. Quest’oggi però nella cupa Torino brilla la luce del Napoli: al 68’ discesa di Gaetano sulla destra, il fantasista azzurro crossa un pallone sul quale Palmieri non deve fare altro che siglare la terza rete partenopea. Mai dare però per morta una squadra con la qualità dei bianconeri, che al 74’ riaprono il match grazie all’autogol di Senese il quale, cercando di anticipare Jakupovic sul pallone rasoterra messo in area dal solito Del Sole, finisce col battere il proprio portiere. All’80’ la partita potrebbe clamorosamente riaprirsi, ma Oliveri a tu per tu con Schaeper si fa ipnotizzare dall’estremo difensore partenopeo. Il momento della partita, come forse è ovvio che sia, è favorevole alla Juventus, che cerca in tutti i modi di alimentare le speranze di pareggio attraverso la rete dell’eventuale 2-3. Il Napoli si copre, cerca di tenere il pallone quanto più possibile lontano dalla propria area di rigore, e perde anche Gaetano per problemi fisici. Portanova tenta una spettacolare rovesciata, Jakupovic ci prova invece con un calcio di punizione dal limite dell’area, ma in entrambi i casi nulla di fatto. Partita che sembra non finire mai: vengono assegnati 6 minuti di recupero e, nel primo di questi, il subentrato Kameraj, su cross di Tripaldelli, trova la rete del 2-3. Assedio a tinte bianconere, ma la rete del pareggio non arriva: festeggia il Napoli al termine di una partita che definire spettacolare sarebbe riduttivo.

Juventus (4-3-3): Loria; Meneghini, Capellini, Zanandrea, Tripaldellli; Di Pardo, Muratore, Leandro Fernandes, Del Sole; Olivieri, Jakupovic,. A disp. Busti, Kameraj, Morrone, Dellli Carri, Serrao, Merio, Kulenovic, Morachioli, Portanova, Montaperto, Nicolussi Caviglia. All. Dal Canto

Napoli (4-2-3-1): Schaeper; Schiavi, Senese, Zanoni, Scarf; Otranto, Abdallah, Mezzoni; Zerbin, Gaetano; Palmieri. A disp. Maisto, Bartiromo, Pizza, Acunzo, Vecchione, Energe, Sgarbi, Russo. All. Beoni

MARCATORI: Senese (N), Zerbin (N), Palmieri (N), autogol Senese (J), Kameraj (J).