Juventus, il vice DS Cherubini sullo scouting: "Abbiamo circa venti osservatori in Italia"

30.12.2017 00:27 di Redazione FS24 Twitter:   articolo letto 850 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Juventus, il vice DS Cherubini sullo scouting: "Abbiamo circa venti osservatori in Italia"

In una lunga intervista a Tuttosport l'emergente Federico Cherubini, vice direttore sportivo e DT del settore giovanile juventino, svela l'organigramma dello scouting: "E’ un’area che fa capo a Paratici, che la segue con grande attenzione e tiene con noi riunioni settimanali. C’è un responsabile per l’Italia, Mattia Notari, e uno per l’estero, Matteo Tognozzi, che fanno capo al supervisore Pablo Longoria. In Italia abbiamo circa 20 osservatori, più tre figure specifiche all’estero. Per i ragazzi fino ai 14 anni, che possono essere presi solo nella regione del club, ci basiamo sulle Academy sul territorio. Dai 14 anni in sù si possono tesserare ogni anno 10 ragazzi dalle altre regioni: li seguiamo nei club attraverso i nostri osservatori, che immettono le loro relazioni in un sistema informatico. Tutte sono lette dalla segreteria scouting, filtrate attraverso gradi di giudizio, catalogate e segnalate ai responsabili. E Paratici le legge tutte. Poi mandiamo molta gente in giro, perché ci piace la sensazione dal vivo: l’osservatore, al di là della relazione informatica, deve telefonare ai responsabili e dire, “guardate che ho visto un ragazzo che mi ha colpito”".