FOCUS FS24 - Theo Hernández, da colchonero a merengue il passo è breve

 di Francesco Fedele  articolo letto 110 volte
© foto di J.M.Colomo
FOCUS FS24 - Theo Hernández, da colchonero a merengue il passo è breve

 

Nel mondo globalizzato nel quale viviamo, si sa, il prezzo lo fa il mercato. Parliamo di economia, parliamo di calcio, e sappiamo che le due cose oramai colludono e camminano a braccetto. Ecco che, così dicendo, corriamo il rischio di dire che 24 mlioni di euro per un giocatore con all’attivo una sola stagione tra i professionisti rischiano di passare per investimento fruttuoso. La triade interessata comprende le due principali squadre di Madrid, Real e Atletico, e Theo Hernández.

Terzino sinistro (bravo a disimpegnarsi anche come esterno di centrocampo) classe ’97, attualmente in prestito all’Alavés ma cresciuto nella cantera dei Colchoneros, nazionalità francese (nato a Marsiglia). Il motivo? Figlio di un ex calciatore, Theo e suo fratello iniziano il loro percorso nell’Atletico quando il padre faceva parte della prima squadra. Enormi aspettative su entrambi, con Theo che, nonostante abbia sempre vestito la casacca della Francia a livelli giovanili, è entrato nel mirino della Spagna per una futura (mica tanto) convocazione con la Nazionale maggiore.

Fisicità, atletismo, potenza, qualità. Giocatore completo, bello da vedere, uno di quelli che fa cantare i tifosi. I suoi mezzi fisici gli consentono strappi importanti palla al piede, difatti è solito uscire in proiezione offensiva con veloci transizioni Coast to Coast. Nonostante sia solo alla prima stagione nella Liga (lo scorso anno una sola panchina per lui con la prima squadra dell’Atletico, ma si vedeva la netta differenza di qualità con la formazione B dei Colchoneros, basta pensare che nella UEFA Youth League della scorsa stagione ha segnato due gol in quattro partite, non male se parametrato al ruolo del ragazzo) il ragazzo ha una forte personalità e consapevolezza nei propri mezzi.

Dopo una stagione che, così come tutta la squadra del Glorioso, è stata sorprendente, il Real Madrid pare esserselo aggiudicato per la prima citata cifra di 24 milioni di euro, corrispondenti alla clausola rescissoria presente nel contratto di Theo, battendo la concorrenza degli eterni rivali del Barcellona. La sensazione, piuttosto concreta, è che (per ovvie ragioni) l’Atletico non volesse cedere il ragazzo agli odiati cugini, ma alla fine la forza economica, contrattuale e storica del Real Madrid ha avuto la meglio. Forse, analizzando la stagione del ragazzo, un momento è stato fondamentale per cominciare a tracciare quello che pare sarà il suo futuro: il 29 ottobre si gioca Alavés-Real Madrid e, al 7’, Theo decide di lasciare sul posto Danilo e mettere in mezzo una palla al bacio per Deyverson, che porta in vantaggio i suoi. Poi, vista l’enorme differenza tecnica in campo, il Madrid vincerà 4 a 1, ma nelle menti dei dirigenti delle Merengues è cominciato a farsi spazio il nome di questo talento che, possiamo dirlo, la prossima stagione è pronto a prendersi il Bernabeu.

Nome

Theo Bernard François Hernández

Data di nascita

6 ottobre 1997

Luogo di nascita

Marsiglia

Ruolo

Terzino sinistro

Club

Alavés (in prestito dall’Atletico Madrid)