Europeo U21, Italia-Danimarca: ecco i segreti della squadra del Ct Frederiksen

17.06.2017 09:17 di Redazione FS24 Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Europeo U21, Italia-Danimarca: ecco i segreti della squadra del Ct Frederiksen

La partita inaugurale dell’Italia agli Europei U21 sarà disputata domenica 18 giugno 2017 alle ore 20.45, allo Stadion Cracovii di Cracovia, contro la Danimarca.
Grazie al consulente di mercato Davor Milito esaminiamo i punti di forza e di debolezza della compagine danese:


La squadra di Frederiksen potrà mutare pelle più volte rispetto al passato, in quanto i giocatori a disposizione possono garantire più moduli: 4-4-2, 3-5-2, 4-3-3, 4-2-3-1. C'è l'imbarazzo della scelta.

A differenza del 4-2-3-1 che Hareide ha scelto per la formazione A, per l'U21 dovrebbe essere il 4-4-2 lo schema di partenza scelto, ma veniamo ad analizzare reparto per reparto.

PORTIERI

Il titolare, salvo sorprese, sarà Jeppe Højbjerg (1995), nonostante una stagione deludente sfociata con la retrocessione del suo club (l'Esbjerg fB, nrd) e con il ruolo da titolare perso per una decina di partite verso la metà della stagione. I suoi colleghi di reparto saranno Thomas Hegelskjær (1995) e Daniel Iversen (1997). Sicuramente questo reparto è quello che più manca di giocatori di un certo livello, soprattutto se tutti abbiamo negli occhi le splendide ultime prestazione di Rønnow con la Nazionale Maggiore, anche se comunque non sarebbe stato eleggibile.

DIFESA

Nella difesa a 4 dovrebbero trovare posto Frederik Holst (1994), Patrick Banngaard (1994), il talentuoso Andreas Maxsø (1994) e Jacob Blåbjerg (1995). Attenzione alla possibile sorpresa sulla destra, in quanto l'outsider potrebbe essere il classe 1997 dell'FC Midtjylland Rasmus Nissen, indubbiamente uno dei migliori giocatori della compagine scandinava. Corsa, tempi di gioco, buon piede e tanta fame agonistica per il giovane terzino. L'uomo in grado di permettere il cambiamento di assetto in campo, anch'esso viene dalla panchina, vale a dire Mads 'Mini' Pedersen (1996), dotato di capacità aerobiche invidiabili e che ha agito da full back  nell'ultimo terzo di stagione con l'FC Nordsjælland.

CENTROCAMPO

I 4 titolari con ogni probabilità saranno Andrew Hjulsager (1995), Christian Nørgaard (1994), Lasse Vigen Christensen (1994) e Lucas Andersen (1994), con il secondo in rampa di lancio a livello europeo. Reduce da una stagione eccezionale con il Brøndby IF, Christian è un centrocampista centrale di rottura abile nell'interdizione ma al contempo dal piede buono. Sebbene non abbia un dinamismo eccezionale, gioca con molta intelligenza ed attenzione. Due elementi da tenere molto sotto osservazione sono anche la mezzala offensiva/nr. 10 Emiliano Marcondes (1995) e la mezzala/ala Mikkel Duelund Poulsen (1997), entrambi autori di ottime stagioni con i rispettivi club. Personalmente considero Duelund uno dei migliori talenti a livello europeo, e spero che presto possa fare il grande salto.

 

ATTACCO

Sarà un attacco tutto di peso quello danese, con l'ex Fiorentina Kenneth Zohore (1994) e la macchina da goal Marcus Ingvartsen (1996). I suoi numeri hanno dell'incredibile: 36 partite e 23 reti in stagione, conditi da 4 assist, con l'FC Nordsjælland. E' stata veramente un'esplosione (sebbene non una sorpresa) quella della giovane punta, che ha affinato un senso del goal invidiabile. Questo potrebbe essere l'occasione per la definitiva consacrazione a livello europeo, e molti addetti ai lavori penso che avranno l'opportunità di sottolineare due volte il suo nome (già appuntato mesi prima).


Sarà comunque un peccato non vedere all'opera Andreas Christensen, Pione Sisto e Kasper Dolber: con loro la formazione danese sarebbe stata un'autentica corazzata. Volendo fare un po' di fanta-Europeo, la mia formazione ideale sarebbe un 4-2-3-1 con i seguenti uomini: Højbjerg; Nissen, Maxsø, Banggaard, Blåbjerg; Nørgaard, Vigen Christensen; Duelund, Marcondes, L. Anderssen; Ingvartsen. Sono fiducioso del fatto che la Nazionale danese non sfigurerà in questa competizione.